Continua il nostro impegno per lo sviluppo di nuovi progetti in materia di sostenibilità.

In collaborazione con Punto 3 e l’Università degli Studi di Ferrara – Dipartimento di Ingegneria, sono nati due progetti di ricerca nell’ambito delle applicazioni per mobile e dei software in grado di facilitare sia il consumatore che le aziende nelle loro scelte d’acquisto in ottica green.tesi app mobile riconoscimento marchi
Il primo progetto è stato sviluppato nella tesi di ricerca di Luca Natali dal titolo “Un’applicazione mobile per il riconoscimento dei marchi ecologici”. I marchi ecologici sono quei simboli reperibili sui prodotti di comune utilizzo, che garantiscono al consumatore la provenienza da una filiera controllata da un ente esterno e indipendente (ne sono esempi il marchio FSC, Ecolabel, Energy Star….). Grazie a questa applicazione l’utente è in grado di conoscere velocemente le prestazioni ambientali di un prodotto e indirizzare di conseguenza le sue scelte d’acquisto.
L’app è stata ottimizzata nel successivo lavoro di Andrea Caputo nella sua tesi  “Ottimizzazione di un’applicazione mobile per il riconoscimento di marchi ecologici”, grazie al quale è stata migliorata negli algoritmi di apprendimento e nella interfaccia grafica ed è stato ampliato il database dei marchi riconoscibili: l’applicazione è ora stabile e pronta per essere immessa sull’App Store di Apple.

app_riconoscimento_marchi_ecologici

 Il secondo progetto riguarda invece lo sviluppo di un software innovativo che permette  di calcolare in modo semplice, scientifico e oggettivo l’impatto ambientale provocato dai servizi di pulizia in ambito ospedaliero:  in questo modo le Amministrazioni Pubbliche sono facilitate nella scelta di prodotti e servizi di pulizia industriale, a favore di fornitori che rispettano criteri ambientali.software_servizio_pulizia
Il Green Public Procurement (GPP), così definito “l’approccio in base al quale le P.A. integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto “, è recentemente divenuto obbligatorio grazie al collegato ambientale della Legge di Stabilità, con cui il Governo intende promuovere misure di green economy e contenere l’uso eccessivo di risorse naturali.
Il software in questione è stato sviluppato da Enrico Mosca e i risultati presentati nella sua tesi dal titolo “Sviluppo di un software per l’ottimizzazione del servizio di pulizia in accordo ai Criteri Ambientali Minimi”, inserendosi perfettamente nel contesto attuale che prevede l’obbligo di applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) per almeno il 50% del valore delle gare d’appalto per le forniture di beni e servizi e gli affidamenti di lavori pubblici.

Grazie a questi nuovi progetti di sviluppo, si è  potuto verificare la fattibilità di alcune idee che potranno facilitare consumatori e Pubbliche Amministrazioni nelle loro scelte d’acquisto.

Perchè le idee sono come le farfalle che non puoi togliergli le ali

(R. Vecchioni)

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perdere i prossimi
Iscriviti alla nostra newsletter

The following two tabs change content below.
Selene

Selene

Laureata in Operatore del Turismo culturale, con una profonda sensibilità per per i temi dell'ecologia e della sostenibilità ambientale, mi occupo di progetti di comunicazione e marketing in ambito turistico. Grazie alle recenti esperienze professionali, a corsi di formazione e all'esperienza in Acquistiverdi.it mi sto specializzando nel green web marketing, perchè credo fortemente nei principi del turismo sostenibile, responsabile e naturalistico.
Selene

Ultimi post di Selene (vedi tutti)