Quest’inverno siamo riusciti a fare un lavoro di grande soddisfazione, grazie alla fiducia del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi:  li abbiamo aiutati a cambiare profondamente la newsletter! Ecco i motivi di questa scelta dell’Ente e i vantaggi immediati che ne sono derivati.

La vecchia newsletter era percepita dai suoi stessi redattori come poco leggibile, graficamente non attraente e inoltre ci si impiegava troppo tempo a costruirla. Quando io e Denis siamo andati al Parco per iniziare, abbiamo anche scoperto che non c’era modo di sapere se arrivasse a tutti i 5.000 iscritti e in quanto tempo.

Verso la nuova newsletter

Pian delle Fontanelle (Agostini)

Pian delle Fontanelle (foto: N. Agostini)

  1. Contenuti più leggibili. Abbiamo lavorato per migliorare la leggibilità dei contenuti e l’aspetto visivo: nella vecchia newsletter apparivano i testi completi delle notizie e così era difficile per il lettore avere subito un colpo d’occhio, capire cosa poteva interessare di più o se c’era una notizia più importante delle altre.
  2. Link al sito. Non sempre il lettore veniva rimandato con link al sito istituzionale: meglio farlo invece, perchè le newsletter danno un forte contributo ad aumentare il traffico sul sito.
  3. Gestione mailing list. Grazie all’impiego di un servizio di mailing online molto diffuso, abbiamo potuto in poco tempo ottimizzare la mailing list. Molti indirizzi vecchi non più esistenti sono stati rapidamente eliminati migliorando in questo modo la deliverability, ovvero la capacità della newsletter di raggiungere i suoi destinatari.

Con il nuovo metodo in definitiva ci si impiega meno tempo a preparare e inviare la newsletter, e, cosa non certo trascurabile, dopo che ci siamo impegnati per far bene il nostro lavoro, siamo certi che arrivi nelle mailbox dei nostri iscritti. Federica Bardi del Servizio Promozione del Parco, dice:

Un salto di qualità che ci permette di comunicare al meglio la bellezza della nostra area protetta. Molto apprezzata da chi la legge, abbiamo già avuto riscontri positivi e un aumento degli iscritti, e divertente da costruire. Senza dubbio uno strumento fondamentale per promuovere attività ed eventi e far conoscere il Parco.

La RIdefinizione dei contenuti

f_lemma

Cascata a San Benedetto in Alpe (foto: F. Lemma)

Un altro aspetto su cui abbiamo lavorato con lo staff del Parco delle Foreste Casentinesi è la definizione dei contenuti e la elaborazione di un Piano di Redazione. Come ho già scritto in un altro post il Piano di Redazione è fondamentale per organizzare i contenuti ed essere efficaci ed efficienti: dopo aver fatto insieme l’esercizio di immaginarci i gusti, i bisogni e le aspettative delle persone che leggono la newsletter del Parco delle Foreste Casentinesi, abbiamo definito in modo condiviso gli obiettivi, le categorie, i temi e la frequenza di pubblicazione e poi preparato una bella griglia dei contenuti.

Il Parco delle Foreste Casentinesi, poi, è molto fortunato perchè tutte le associazioni del territorio segnalano all’Ente le loro iniziative, così il sito del Parco è l’unico posto online dove c’è un elenco esaustivo di tutti gli eventi.

Un ottimo motivo per iscriversi alla newsletter: rimanere informati su cosa è possibile fare nel weekend! A proposito, abbiamo realizzato un form d’iscrizione (molto facile grazie al servizio di mailing online) per promuovere la nuova newsletter e disporre di un link al quale lasciare semplicemente un indirizzo e-mail, un nome e un cognome.

Mai dimenticare: il monitoraggio e l’analisi dei risultati

foto bardi federica (6)

Foresta sul crinale, nei pressi di Poggio Scali (foto: F. Bardi)

Infine (e qui concludo perchè altrimenti vado troppo per le lunghe) abbiamo spiegato allo staff del Parco come analizzare i risultati degli invii attraverso i report del servizio di mailing: una cosa semplice e divertente da fare, anche perchè ci fa osservare il comportamento dei singoli utenti.

E ora sarete curiosi di fare da soli il confronto: ecco la vecchia newsletter e com’è venuta la nuova newsletter. Che ne pensate?

Chiedici come fare anche tu una nuova newsletter.

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perdere i prossimi
Iscriviti alla nostra newsletter

The following two tabs change content below.
Ornella Menculini

Ornella Menculini

"La signora dei prodotti ecologici", il suo soprannome preferito. Dalla comunicazione istituzionale e pubblica, l'amore per la comunicazione ambientale è scattato a prima vista nel 2005; passando per il marketing dei prodotti ecologici, si è specializzata in piani redazionali e web editing per i prodotti green.