Ora che i prodotti cosmetici ecologici si stanno diffondendo sempre di più, devo proprio dire che l’aggettivo “naturale” non mi sembra quello più sensato da utilizzare per definirli. Lo dico soprattutto per il web marketing delle aziende green certificate: perchè sono in tanti a definirsi “naturali” ma ben pochi lo sono veramente.

Si fa presto a dire “naturale”

Questo è ancora più vero per l’Italia, dove non esiste una normativa specifica che regolamenta (e sanziona) quei produttori che nel packaging e nelle pubblicità fanno generici riferimenti visivi alla naturalità dei loro prodotti (fiori, foglie, alberi, ecc.) attestando la presenza di ingredienti di origine biologica (che magari però coesistono con conservanti e derivati del petrolio, metalli, ecc.).

Se per il momento non è la legge a farci giustizia, cerchiamo noi di “uscire dal mucchio”, anche perchè – ed è questo il punto che voglio affrontare! – ne saremo ricompensati in termini di posizionamento sui motori di ricerca (SEO). Un premio che deriva dal fatto di non utilizzare nei testi che scriviamo sul nostro sito o blog l’espressione più cercata da tutti “cosmetici naturali”, dove c’è un’altissima competizione e il risultato di ricerca ci porterà in quinta o sesta pagina.

cosmetici_ecobio

 

Nei testi che pubblicate online, provate a usare invece coppie di parole meno diffuse, ma altrettanto rilevanti per l’utente, quello informato, più consapevole delle scelte di acquisto:

  • cosmetici ecobio o eco bio
  • eco-bio cosmesi
  • prodotti non testati su animali
  • cosmetici vegan

Francamente penso che scegliendo queste parole si fa anche un lavoro di informazione e formazione dei clienti: i quali forse parlano di cosmetici “naturali” perchè ancora non hanno scoperto nuove parole per cercarli.

Tu che ne pensi dell’uso delle parole sul web?

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perdere i prossimi
Iscriviti alla nostra newsletter

The following two tabs change content below.
Ornella Menculini

Ornella Menculini

"La signora dei prodotti ecologici", il suo soprannome preferito. Dalla comunicazione istituzionale e pubblica, l'amore per la comunicazione ambientale è scattato a prima vista nel 2005; passando per il marketing dei prodotti ecologici, si è specializzata in piani redazionali e web editing per i prodotti green.