Con 23 milioni di visitatori unici, Pinterest è diventato uno dei social network più affermati e la motivazione è presto detta: le immagini sono i contenuti più virali! Ma non basta: Pinterest è facile da usare, ha una grafica accattivante ed è people-centric, proprio come tutti i social network.

E’ naturale che Pinterest sia un ottimo strumento per il marketing, visto che si parla di contenuto visivo: i brand green non sono  un’eccezione in questo ed ora vi diciamo perché Pinterest è utile per il vostro business.

Fonte @gettyimages

Fonte @gettyimages

1. Per promuovere

Pinterest è uno spazio dove poter presentare i propri prodotti e servizi: grazie alla descrizione è possibile non soltanto descrivere le caratteristiche specifiche di questi, ma soprattutto far convergere gli utenti della piattaforma ad esempio sul sito aziendale.

Curando i contenuti testuali e le immagini in modo strategico, le boards su temi generali possono contenere al tempo stesso immagini tratte dal proprio blog o sito, foto di eventi, schede di prodotti.

Esemplificando, pensate ad un’azienda che produce prodotti ecologici per la cura dei capelli: una board sul tema della bellezza ad “impatto zero” può contenere immagini legate ai temi della bellezza, dei capelli, del fai-da-te quanto quelle dei prodotti dell’azienda con una descrizione curata e significativa.

2. Per rafforzare la propria identità

I contenuti scelti su Pinterest sono una presentazione efficace dell’identità di un’azienda. Nel sito aziendale non è sempre possibile esprimere pienamente i valori e la mission e non sempre è facile gestire ad esempio un blog: Pinterest offre l’occasione di definire  il mondo in cui opera l’azienda e ciò che è importante per essa, come ispirazione e come identità.

Un altro esempio: un’azienda che lavora nel settore Food o nella ristorazione, creerà delle board su temi come il green food, il mercato biologico, le ricette, come curare un piccolo orto, sulla frutta di stagione, il vino, ecc.

3. Per generare vendite

Questo è sicuramente la motivazione che genera più attenzione per le aziende: i tassi di conversione dei social network in vendite, un argomento caro soprattutto alle aziende con un e-commerce.

Facebook al momento resta dominante come fonte di traffico online, ma secondo recenti studi gli utenti di Pinterest spendono negli store online molto di più (fonte: report di Monetate Inc. su Allfacebook.com). In questa direzione ad esempio è interessante anche la testimonianza dell’azienda Sephora che ha dichiarato che i suoi utenti di Pinterest spendono 15 volte di più degli utenti Facebook.

5_motivi_per_scegliere_Pinterest_per_green_marketing

4. Per comunicare la propria responsabilità sociale

La responsabilità sociale d’impresa è oggi una tematica molto sentita dai consumatori, non soltanto nel settore green: in generale è il risultato di una generale sensibilizzazione sull’ambiente, sul risparmio energetico, sul futuro. Pinterest può offrire uno spazio interessante per comunicare le iniziative portate avanti dall’azienda, creando board con contributi fotografici originali.

5. Infine, per creare consapevolezza

Le imprese green hanno un obiettivo che non è sottovalutabile: quello di creare consapevolezza nel proprio consumatore e nei propri stakeholders. Curare una strategia di buoni contenuti su Pinterest, può essere d’aiuto in questo. Vi segnaliamo a proposito l’utilità dei concorsi su questa piattaforma, in particolare quelli che spingono gli utenti a creare contenuti.

Ad esempio: un concorso in cui si invita i propri followers a condividere su una board le foto di idee su come riciclare i rifiuti di plastica può essere un’idea semplice ma al tempo stesso efficace per sensibilizzare gli utenti ( e i consumatori) sui temi del riciclo e del risparmio.

Avete trovato utili queste indicazioni? Avete qualche esempio di uso di Pinterest che vi ha particolarmente colpito? Segnalatecelo nei commenti!

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? Non perdere i prossimi
Iscriviti alla nostra newsletter

The following two tabs change content below.
Claudia Ingrassia

Claudia Ingrassia

Social Media e Content strategist, è web editor dal 2011 per la testata Ninjamarketing per la quale si occupa di Mobile Marketing. La sua collaborazione con questo Blog nasce dal progetto di marketing strategico per l'azienda AcquistiVerdi.it finanziato dal bando Spinner 2013.